ALLA RICERCA DELL’ENERGIA

Il futuro dell’energia potrebbe risiedere nelle maree?

Premessa importantissima: nessuno, e sottolineo nessuno, del Towel Team è uno scienziato (abbiamo scienziati politici, economisti, comunicatori, sedicenti surfisti ecc. ma scienziati scienziati, di quelli veri, no). Ciò, necessariamente, ci pone in una situazione imbarazzante. Tale situazione è quella di chi parla di cose che conosce parzialmente senza farsi problemi a dare la propria opinione. Questo pezzo è dedicato quindi alle maree: possibile, anzi, probabile, fonte di energia per l’essere umano.

Quindi, parliamo delle maree

Al di là della solita inutile introduzione, il focus di oggi è sulle maree e sul fatto che, tramite l’ingegno umano, possano generare energia utilizzabile. Dove abbiamo letto questa informazione? Alcuni di noi, mentre prendevano il sole al fantastico lago di Martignano, sono capitati su un certo articolo del Sole 24 Ore.

Clicca pure sul fiore per andare all’articolo in questione🌸Ma se, come noi, sei una persona sostanzialmente pigra, eccoti un riassunto:

Dove: in Scozia, nel Pentland Firth.

Cosa: da un po’ di tempo degli scienziati (di quelli veri), tramite la Atlantis, portano avanti un progetto atto ad utilizzare l’energia del mare, del moto ondoso, insomma, delle maree, per mezzo di particolari turbine.

Nome del progetto: MeyGen. Nome derivato dal castello di Mey, residenza estiva della Regina.

Risultati: ottimi. Fanno addirittura pensare al superamento dell’energia nucleare.

Quindi: potremmo trovarci di fronte ad un evento epocale…proprio per questo, consigliamo vivamente di leggere l’articolo del Sole 24 Ore👊🌴In ogni caso, alla fine di questo “articolo” abbiamo messo un video😏🐎

Questo non è un articolo

Se quello che pensi è che questo che hai appena letto non sia un articolo, sappi che hai il sostegno di tutto il Towel Team, degli amici del Towel Team e degli antenati dei membri del Towel Team.

Perché scrivere un non articolo?

A) Perché questo è un blog dedicato prima di tutto all’ambiente e, quindi, ci piace parlare di cose legate all’ambiente.

B) Perché questo genere di ricerche scientifiche sono l’ennesima dimostrazione della bellezza dell’essere umano.

C) Perché, comunque, dobbiamo mettere un po’ di contenuti nel blog e, fidati, lavorando è veramente dura…soprattutto ad agosto, mese in cui nessuno di noi ha voglia di fare niente (e, ovviamente, fa di tutto).

Ma andiamo avanti

Quindi, ora che abbiamo fatto la nostra attività di divulgazione di notizie interessanti, permettici di darti un paio di notizie altrettanto interessanti tramite l’ennesimo bullett point:

P) La nostra cara Erica ci ha informati che a breve partirà per un nuovo incredibile viaggio e ci manderà un bel po’ di foto.

X) Tra qualche giorno faremo anche un pezzo sullo sport (ci sono delle novità interessanti in giro).

Chiudiamo questa faccenda

Chiudiamo questa faccenda del “non articolo” con il video che ti abbiamo promesso. Ben 8 anni fa, su YouTube usciva questo pezzo di storia. Riesci ad immaginare le aspettative, l’euforia, l’ansia e la voglia di avventura che hanno vissuto coloro che hanno dato l’ordine di caricare questo video?😁Grandi❤

Adesso questi ragazzi stanno raccogliendo ciò che hanno seminato, e il raccolto sembrerebbe ottimo! Ergo, buona visione!


Ovviamente, non può mancare il nostro bottoncione rosa. Dove porta? Chissà😊



Per tornare alla pagina articoli, clicca qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *